.
Annunci online

eugualemcalquadrato


Diario


27 settembre 2016

"Droga"

Peperoncini





                        Anche quest'anno - 2016 - la produzione in proprio è ottima.

                       "Droga" fatta in casa che viene celata/nascosta ogni qualvolta si sente volteggiare un elicottero sulle nostre teste; non vorremmo fosse sequestrata anche se utilizzata per "uso personale"!.

                         La cucina è curata da uno (a) chef d'eccezione; ma un pizzico di "droga" esalta i cibi ed il loro gusto.

                         Trattasi del peperoncino diavolicchio di vecchio impianto (foto 1 vaso grande), di un altro acquistato in terra di Calabria (Foto 2, entrambe le varietà) e di una nuova qualità di recente arrivo, "Adorno" (foto 1 vaso piccolo). 

 








permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 27/9/2016 alle 3:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


24 settembre 2016

M5S

Dalla parte dei giusti





                       Ho fatto già da tempo una scelta di/con coerenza, anche in cabina elettorale. Ecco uno dei tanti motivi, pur con qualche sbavatura lungo il percorso del M5S. 

                    C'è la pagliuzza nel Movimento e tante, ma tante travi altrove; insegna così la vulgata popolare!


Dal Blog di Beppe Grillo:

"

di MoVimento 5 Stelle Puglia

Nei mesi scorsi il Movimento 5 Stelle Puglia ha per la prima volta reso pubblico l’elenco dei 208 ex consiglieri regionali o familiari, che ad oggi percepiscono i vitalizi. Si tratta di vere e proprie pensioni d’oro che arrivano pensate fino ad oltre 11.000 € al mese dopo solo 3 legislature mentre un cittadino qualsiasi matura il proprio diritto ad una pensione, spesso da fame, dopo almeno quarant’anni.

Contestualmente noi del Movimento 5 Stelle Puglia abbiamo presentato una proposta di legge che chiede l’abolizione dei vitalizi e il ricalcolo degli stessi secondo il metodo contributivo in modo che chi oggi percepisce ad esempio 8000€ arrivi a percepirne 2400€, una pensione più che dignitosa.
Questo perché la pensione è un diritto, mentre il vitalizio è un insostenibile privilegio.

Solo in Puglia infatti i vitalizi costano ai pugliesi circa 15 milioni di euro l’anno e se la nostra proposta divenisse legge ci permetterebbe di risparmiare ben 10 milioni. Pensate che, secondo i calcoli che abbiamo fatto sulla base dei dati ISTAT, eliminare il privilegio a queste 208 persone permetterebbe di dare un reddito di cittadinanza a ben 4460 famiglie!

Nei giorni scorsi abbiamo toccato il fondo. L’ufficio di presidenza del Consiglio regionale, presieduto dal consigliere PD Mario Loizzo, ha addirittura pensato bene, facendo seguito a quello che era un mero parere dell’agenzia delle entrate e non un obbligo, addirittura di abbassare la tassazione IRPEF sui vitalizi. Questo si tradurrà in un aumento anche di 700€/800€ per chi oggi già percepisce pensioni da favola.

Se siamo arrivati a questo livello di ostilità sociale è perché le persone sono esasperate e proprio approvando le nostre numerose proposte di legge (che per adesso sono ferme a prender polvere) si potrebbe ridurre l’astio fra i cittadini e la politica.

Abbiamo bisogno che il Presidente Emiliano esca dagli studi televisivi e inizi ad occuparsi dei problemi della Puglia per i quali in campagna elettorale sembrava avere tante soluzioni e che il presidente del consiglio Loizzo calendarizzi la nostra proposta di legge. MA ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Puoi supportare la nostra battaglia in diversi modi:

1) Oggi stesso scrivi un tweet al presidente @micheleemiliano utilizzando l’hashtag #STOPVITALIZI. Chiedi che si impegni concretamente perchè l’Ufficio di Presidenza del Consiglio, con la SUA maggioranza, si impegni per far calendarizzare al più presto la nostra proposta di legge che abolisce questo ingiusto e insostenibile privilegio.

2) Se vieni a Palermo per Italia5Stelle non dimenticarti di passare dal gazebo Puglia, lì raccoglieremo le firme per chiedere la calendarizzazione della nostra proposta di legge.

INSIEME POSSIAMO FARCELA! 

#STOPVITALIZI
"


Reddito minimo di cittadinanza: un'utopia da realizzare




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 24/9/2016 alle 4:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


22 settembre 2016

Natura bizzarra

Opuntia ficus-indica

 

                      Nel mentre raccoglievo - a ciò autorizzato - dei fichi d'India da una pianta a dimora nel terreno viciniore al nostro, di proprietà di un mio amico, ho potuto constatare come la Natura si mostra bizzarra; talvolta.

 

                    Indecisa se produrre cladodi (pale) o frutto ha scelto di non scegliere e, salomonicamente, ha mischiato le carte in tavola.








permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 22/9/2016 alle 4:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


19 settembre 2016

Profumi e ricordi

 Lantana

 

                                   Fu sulla pedana del Lido dei Sogni, all'epoca ritrovo estivo in quel di Siderno, nei pressi della Villa Comunale e limitrofo alla spiaggia che degradava verso il mare Jonio, che conobbi la ragazza che ancora oggi mi sta vicina e mi sopporta; più o meno serenamente.

                                 Tra le Lantane che facevano da contorno al Lido, scorsi una bellezza mediterranea, degna di ogni ardita considerazione e non l'ho più mollata. Mai scelta si dimostrò più azzeccata, e fortunata/felice; almeno per me.

                                Ne ho, abbiamo voluta una ai "piedi" della nostra abitazione fuori Roma (oltre gli esemplari cittadini della Capitale); ci ricorda quella estate del 1964, con annessi e connessi, di due giovani prede di tempeste ormonali non ancora sopìte. Per fortuna!  






permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 19/9/2016 alle 3:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


16 settembre 2016

Il tempo è galantuomo

Io ricordo!





                            L'anno 2002 era appena all'inizio ed il 10 gennaio la Delegazione della Falcri BNL veniva ricevuta dai Vertici della Banca Nazionale del Lavoro per la Riunione di Semestrale come d'uso.

                              il sottoscritto era a capo della delegazione sindacale, accompagnato da altri due Membri, con di fronte l'Amministratore Delegato della Banca Nazionale del Lavoro, il Capo del Servizio del Personale e quello delle Relazioni Industriali.

                               Dopo la relazione presentata dall'A.D., il sottoscritto ha preso la parola e, con richiamo critico sul modo di gestire il personale di ogni ordine e grado da parte dell'Istituto, con argomentazioni minuziose e circostanziate, ha lanciato - tra l'altro - accuse specifiche sulla vendita dei Tango Bond a clientela sprovveduta. C'è stato un immediato tentativo, andato a vuoto, da parte del Responsabile del Servizio del Personale di mettere a tacere le critiche; ma la replica è stata virulenta, per come meritava lo "scostumato" che aveva, tra l'altro, osato interrompere una critica di natura sindacale, quasi fosse in suo potere.  "Poveretto"!

                                Si innervosì e molto il "tavolo" della Banca, riunito della stessa stanza di prestigio della Direzione Generale, ove il giorno precedente aveva ricevuto la "Triplice", silente ed ossequiosa come al solito, salvo schermaglie di facciata tanto per giustificare la propria esistenza;l'A.D.  lasciò la Riunione interrompendo la Semestrale, ed a noi non rimase che mettere nero su bianco, con un Comunicato redatto dal sottoscritto - 10 gennaio 2002 - quanto accaduto, stigmatizzandolo.

                                     Per quanto ovvio ho subìto, di conseguenza, tutte le ritorsioni possibili e non solo dalla parte "istituzionale"; ma rifarei tutto ciò che ho fatto per come ho lasciato memorie nell'Opuscolo  "Un bancario in S.p.E.".

                                     Il tempo è galantuomo, si sa, ed alcune soddisfazioni si ottengono quando ancora in vita; non postume. Per fortuna.

                                   Tango Bond, Derivati et similia sono la medesima "fregatura" di natura finanziaria.

da Il Fatto Quotidiano:

"




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 16/9/2016 alle 9:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa


15 settembre 2016

Bastiglia 2016

No!




                    Ci vuole, subito, una nuova Bastiglia - nel Bel Paese e non solo! -  che sia però più risolutiva e non mandi in soffitta anzitempo le ghigliottine.

                         Anch'io, convintamente, voterò No, così come coloro i quali, moglie e figlio, mi stanno vicini.

dal Blog del M5S:
"

IoDicoNo, di Diego Fusaro




di Diego Fusaro

Un saluto agli amici del blog di Beppe Grillo. In questo breve intervento vi spiegherò per quali ragioni a mio giudizio occorre votare incondizionatamente NO al referendum costituzionale prossimo venturo. Non spiegherò le ragioni tecniche legate al testo costituzionale, tema sul quale alcuni autori importanti come Zagrebelski hanno giustamente insistito. Voglio invece spiegarvi perché su un piano filosofico-politico questa riforma costituzionale deve essere contrastata con ogni forza, come giustamente sta facendo ad oggi il M5S. 
L'UE e il sistema bancario sono essi i veri promotori di questa riforma costituzionale, rispetto alla quale Matteo Renzi, il PD e la signora Boschi sono semplici maschere di carattere diremmo con Marx, semplici funzionari, semplici pedine. Perché la UE e il sistema usurocratico bancario vogliono questa riforma costituzionale? Per la semplice ragione che la Costituzione italiana è una Carta che si contrappone al processo di finanziarizzazione integrale, di liberalizzazione totale del vecchio continente segnatamente per la penisola italiana. La Carta Costituzionale italiana nasce come tutti sappiamo dall'intreccio virtuoso fra la tradizione cattolica, con la centralità della persona umana che ha solo dignità e non ha prezzo, e per la tradizione comunista centrata a sua volta sul tema del lavoro, il lavoro come fondativo dell'essere sociale. 
Ebbene l'odierna Unione Europea e con essa il sistema del finanz-capitalismo di tipo americano che propone la liberalizzazione integrale e il modello della società competitiva di tipo neodarwiniano, non accetta né la dignità dell'essere umano, né la dignità del lavoro. Vuole vedere ovunque merci disponibili a seconda del valore di scambio, vuole vedere ovunque la riduzione dell'umano a merce disponibile sul mercato.
Ecco perché oggi sta realizzando su scala globale esattamente questo processo di reificazione integrale dell'umano. L'umano diventa sempre più merce disponibile e nulla resiste alla dinamica del valore di scambio: la dignità umana è svenduta sul mercato. La Costituzione italiana resiste a questo nella misura in cui è centrata sulla dignità della persona umana e sulla dignità del lavoro. 
La riforma costituzionale promossa dal PD e da Matteo Renzi è in verità emanazione dei poteri forti dell'UE e del sistema usurocratico bancario del finanz-capitalismo internazionale, che aspirano a destrutturare le vecchie carte costituzionali dei Paesi Europei, come già sta avvenendo da alcuni anni a questa parte. L'obiettivo è quello di destrutturare integralmente le carte costituzionali del vecchio continente europeo di modo che vengo meno l'ultimo baluardo, l'ultima resistenza in grado di opporsi alla finanziarizzazione integrale del continente.

Oggi più che mai occorre resistere a questo processo, e portare avanti insieme una resistenza all'UE e alla finanziarizzazione che è il compimento della lotta di classe che stanno vincendo i dominanti contro i dominati, il signore contro il servo. Per tutte queste ragioni il MoVimento 5 Stelle ha il compito di portare avanti questa battaglia per votare NO al referendum costituzionale. 

"

Risultato immagine per ghigliottina




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 15/9/2016 alle 4:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


14 settembre 2016

Gioco scorretto

Non ci stanno più!



             Il grande "vecchio", memore del plauso del 1956 per i fatti d'Ungheria, pensa che gli italiani siano fessi; ma il gioco sporco di Lor Signori si è capito da tempo e la pacchia potrà finire - non solo per gli eredi del "migliore" -,  quanto prima.:

"


Il Signor Napolitano e la Costituzione


di Piero Ricca

Giorgio Napolitano, spirito guida del fronte del Sì, oggi in un'intervista su Repubblica che è tutta un programma:

"... rispetto a due anni fa lo scenario politico risulta mutato in Italia come in Europa. Ci sono nuovi partiti, alcuni dei quali in forte ascesa che hanno rotto il gioco di governo tra due schieramenti, con il rischio che vada al ballottaggio previsto dall'Italicum e vinca chi al primo turno ha ricevuto una base troppo scarsa di legittimazione col voto popolare. Si rischia di consegnare il 54% dei seggi a chi al primo turno ha preso molto meno del 40% dei voti".

Traduzione:

Dopo le elezioni europee di due anni fa ci eravamo illusi che il Pd potesse vincere a mani basse da solo. Il sogno di una vita! Per questo ho ordinato: avanti tutta con legge elettorale e modifiche costituzionali! Poi qualcosa è andato storto: il M5s ha recuperato, il Pd è andato sotto, tutti i sondaggi dicono che al ballottaggio la sconfitta è certa. Ecco perché quella legge elettorale va cambiata. Prima delle elezioni, senza averla mai provata. Poiché rischia di non far vincere il Pd, è antidemocratica. E io me ne vado col pallone.


  1. View image on Twitter




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 14/9/2016 alle 4:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


10 settembre 2016

Malattia contagiosa

Patologia di massa

 

 

                       A leggere la definizione, anche su Internet, di malattia, non si può non valutare la religione - tutte! -   quale patologia di massa peraltro contagiosa oltre che perniciosa per se stessi e per gli altri che "abboccano":

"Si può definire "malattia" l'opposto della salute: un'alterazione dello stato fisiologico di un organismo (comprensivo eventualmente di quello psicologico) capace di ridurre o modificare negativamente le funzionalità normali, unita al complesso delle reazioni fisiologiche che derivano dallo stato patologico ...".

                      La cosa sorprendente è che coloro i quali ne sono affetti /infetti storcono il naso e si inalberano quando gli si spiattella sotto il naso questa innegabile realtà:


"

Religione come malattia

Quando la religione diventa malattia. Si legge nei vangeli che Gesù numerose volte guarì di sabato, e lo fece di proposito sia nelle sinagoghe che nel tempio, o anche in posti pubblici, non per essere ammirato agli angoli delle strade ma con uno scopo ben preciso. Sfidare la mentalità del tempo, impregnata di farisaica ( nel senso di falsa ) religiosità, che avevano fatto perdere il pieno e vero contatto tra l’uomo e Dio. Ebbene, trasgredendo la legge mosaica del sabato, che equivaleva a trasgredire tutta la legge, Gesù guariva e anteponeva così ad una legge falsamente creduta proveniente da Dio, il bene dell’uomo. Si cita questo particolare motivo da parte mia per difendere i diritti di tutti gli uomini ad essere felici e ad avere il pieno benessere fisico e spirituale, senza che nessuna istituzione religiosa o magistero di chicchessia possa arrogarsi il diritto di mettere certificazione di felicità e autorizzarmi ad esserlo solo dopo aver osservato le loro dottrine. Il devoto cattolico invece non vuole neanche essere sfiorato dal dubbio che Gesù possa aver trasgredito la legge, perché per lui ogni trasgressione è peccato, quindi sentite come giustifica qualcuno le guarigioni e le trasgressioni di GESU’ OPERATE DI SABATO. Questo perché quando si vive ossessionati da una concezione religiosa fatta di senso di colpa e di peccato da redimere, la vita diventa un continuo e costante sacrificio e ricerca di espiazione, per cui anche la parola felicità fa paura, come se Dio non volesse il nostro bene ma il dolore sotto forma di croce. Ecco a che punto arriva “l’ignoranza” e il bestiario religioso: ( leggete commento del devoto fedele alle apparizioni e a tutto il resto, CCC e magistero)
“io non ho nessun dubbio e non chiamo in causa nessuno;
per quanto riguarda il sabato è la stessa cosa anche oggi, saltare la messa se ci sono gravi motivi non è peccato; se ti ammali, se hai un parente in ospedale sono motivi per i quali è lecito saltare la messa come per Gesù era lecito guarire il sabato, ci mancherebbe.
Il peccato infatti necessita della materia, del consenso e della avvertenza.
Se sto male e non vado a messa è ovvio che non do il consenso ma sono forzato a farlo.”
Questo è un commento anche fuori tema al sabato nei vangeli, pochezza di fede, sconoscenza dei testi, ma completa conoscenza della morale patologica del cristianesimo. Se questi tipi vanno in paradiso la prima cosa che farà S. Pietro sarà quella di internarli d’urgenza al P.S. psichiatrico.Li fanno miracoli! Buona giornata e divertitevi!

"


Risultato immagine per malattia



P. S. del 12 c.m.:

"

 

I due commenti finora postati mi fanno comprendere, cosa già nota, che gli ammalati in questione non riescono a riconoscere/digerire il loro stato patologico ed allora dedico a loro una mail/SMS che mi è giunta tramite un'amica "ecclesiastica"  affinché riflettano sull'assurdità del testo:

"

Ultimo messaggio di Medjugorie, 25 agosto 2016. "Cari figli! Oggi desidero condividere con Voi la gioia celeste. Voi figlioli, aprite la porta del cuore affinché nel vostro cuore possa crescere la speranza, la pace e l'amore che solo Dio dà. Siete troppo attaccati alla terra e alle cose terrene, perciò Satana vi agita come il vento lo fa con le onde del mare. Perciò la catena della vostra vita sia la preghiera col cuore e l'adorazione a mio figlio Gesù. A Lui offrite il vostro futuro per essere in Lui gioia ed esempi per  gli altri  con le vostre vite. Grazie per aver risposto alla mia chiamata"

"




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 10/9/2016 alle 4:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


7 settembre 2016

Contadino

Uva




                E' più difficile esercitare il mestiere di contadino che non quello di Funzionario/Direttore in Banca.

                Sul primo mi sono dilettato per tanti anni, quando in attività di servizio; sulla terra mi dedico a tempo perso con risultati non spesso soddisfacenti, già da prima del pensionamento.

            Anche quest'anno, però, mangeremo l'uva - oltre quella fragola bianca già digerita a luglio/agosto s.m. in quel di Trevignano Romano - raccolta da una delle due viti site in Roma con la seconda ancora con il frutto in maturazione.










permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 7/9/2016 alle 3:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


5 settembre 2016

Esibizionismo naturalista

Venezia e la pornografia


                      Talune attrici (?), ma non solo, smaniano dalla voglia di svestirsi del tutto, ma non hanno il coraggio di farlo per davvero, pur abbigliandosi con drappi  più che abbondanti, dove non servono, ed allora passano attraverso l'esibizionismo, citando l'arte del vestire o del cinema, che entra nella - quasi - pornografia.
     
                             Non sono bacchettone e/o moralista, ma perché giraci intorno? E' spettacolo indecente; sul Red Carpet! 

                                 Pessimo gusto ed offesa alla donna; avvilente aggiunge il "60%"!

(da Il Messaggero):
"

"

P.S.:
La Relatività è "donna" ed ecco che la farfallina di Belen, esibita al Festival di Sanremo, che tanto scandalo ha suscitato allora, è diventata - sempre stata! - relativa.
L'unico assoluto, al riguardo, che fortifica il mio "amore" per la Legge di Albert, è la nudità totale/integrale esibita coram populo.
Se portata con naturalezza, e merita spettatori per la beltà del soggetto, non la trovo disdicevole, purché non le si giri intorno con veli e quel  vedo/non vedo che è pura provocazione, non scelta di comportamento.
Io preferisco la donna di classe, vestita q.b. a seconda delle circostanze, anche in costume/i ridotto/i; mi lascio sempre qualcosa da fare, per tenermi occupato all'occorrenza.
Non mi piace la provocazione fine a se stessa che giudico pari, se non peggiore, alla pornografia.
      




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 5/9/2016 alle 13:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia     agosto   <<  1 | 2  >>   ottobre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

ale
esperia
fiore
fiordistella
fulmini
garbo
grandmere
il bokkaglio
paoletta
piccoleonde
scalpo
valigetta
Beppe Grillo
Quicalabria


La sua famosa equazione dimostra come L’energia E e la massa m di un corpo non siano indipendenti. Possiamo calcolare l’una a partire dall’altra moltiplicando o dividendo per un fattore c², dove c è la velocità della luce nel vuoto. In altre parole la massa e la luce sono convertibili tra di loro, come gli euro con i dollari, ma al contrario delle monete il tasso di cambio tra energia e massa è fisso.

CERCA