.
Annunci online

eugualemcalquadrato


Diario


19 maggio 2018

Produzione propria

Fiori







                                     Pollice verde!













permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 19/5/2018 alle 4:0 | Versione per la stampa


12 maggio 2018

Bentornata!

Upupa







                           Si trova bene, benissimo, nel nostro giardino a prato inglese e nella parte - invece - a maggese; se è vero che ogni anno ritorna a trovarci.

                          Clientela affezionata in un "Resort" di lusso.












permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 12/5/2018 alle 4:0 | Versione per la stampa


7 maggio 2018

Natura

Primi voli








                                     I passerotti (germani), ancora insieme/vicini per l'abitudine del nido, sono usciti dalla "culla", richiamati dai genitori per l'addestramento, ed hanno spiccato i primi voli; liberi nella Natura.










permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 7/5/2018 alle 3:30 | Versione per la stampa


2 maggio 2018

Senza parole!

Il sonno degli innocenti













permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 2/5/2018 alle 9:34 | Versione per la stampa


20 marzo 2018

Stanchezza

Voglia di riposare!




                      
                                             Guardavo, l'altro ieri, una foto di Gaia ritratta - il 9 agosto dello scorso anno - mentre riposava, ed  un insieme di pensieri mi ha assalito. Il Mondo animale è più serio di quello Umano!

                                      Mi sono ritrovato stanco ed ho avvertito la necessità di spegnere questa mia testolina che insegue sempre la Verità e la Giustizia; dimenticando che - entrambe - non sono di questo Mondo. Poiché non credo nell'altro ecco il tracollo.

                                            Esausto e senza altro di utile - a mio avviso - da aggiungere a quanto finora lasciato su questa pagina elettronica sospendo ogni connessa attività.
  
                                               Mi sono fatto e tenuto compagnia in oltre 11 anni di strimpellatura sulla tastiera; ho scritto tutto ciò che più mi piaceva/interessava, lasciando traccia dei miei ricordi di vita e delle sensazioni per ciò che accade in questo pazzo, pazzo Mondo. Ho fruito di gradite compagnie di lettori che hanno ritenuto di condividere con me le follìe e le amenità che ho vergato su questa pagina, lasciando i loro commenti; ringrazio tutti.

                                              Ora, esausto,  saluto e chiudo. 

                                               


                                              

                                         






permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 20/3/2018 alle 16:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


12 marzo 2018

Ricordo

"Liquidità"




    Correva l'anno di grazia 1984 ed io, dopo aver atteso, fino ad allora,

molte attività lavorative, delle quali ho lasciato traccia nell'Opuscolo "Un 

bancario in S.p.E.", praticamente le mie Memorie, presso l'Istituto bancario 

dove prestavo la mia opera - non tutto, ma di tutto - mi ritrovai catapultato 

in Tesoreria Centrale. Ufficio della Direzione Generale - Servizio Titoli, 

Tesoreria e Banche - ove si seguiva/curava la Gestione della Liquidità della

Banca.


     Si operava con capacità previsionale a breve e medio periodo per il 

posizionamento del Dare/Avere nei confrontdi tutto il Sistema bancario, 

con interfaccia, allora, la Banca d'Italia, per le necessità di 

acquisire/riversare la necessaria/eccedente disponibilità attraverso i P/T 

(Pronti controTermine) di Finanziamento o allocare il surplus ricorrendo a 

quelli di Impiego. Le eccedenze giornaliere, rispetto alla necessità di 

quadratura a zero, per tutte le Operazioni che transitavano per le Stanze 

di Compensazione nelle varie Sedi della Banca d'Italia, depositate presso 

l'Istituto di Emissione, trovavano lo 0,50% quale tasso riconosciuto, sul 

relativo Conto di Giacenza, quando i Tassi di Mercato, sull'Interbancario, 

avevano raggiunto anche le due cifre intere ed oltre.

  

  Impieghi ed Operazioni presso tutte le Filiali necessitavano delle 

Coperture, per le carenze/eccedenze riscontrate/attese nel Dare/Avere.

Si ricorreva, quindi, al Mercato Interbancario per le necessità de qua, 

comperando e vendendo denaro, allora lire, da e con altri Corrispondenti; 

praticamente le altre Banche con Operazioni, appunto di Tesoreria.

  

  Nei frangenti di abbondante Liquidità, con previsione di media/lunga 

durata, si attivava l'Hot Money o Denaro Fiat (Denaro Caldo) e, per il 

tramite delle Filali, si offrivano eccedenze a primarie Aziende, con pratiche 

di Fido già aperte, che utilizzavano tali entrate per le loro esigenze interne, 

temporanee, di Tesoreria societaria. E' così che ci siamo ritrovati - io 

venditore di denaro ed egli acquirente - con l'Amico Enzo, già compagno

dscuola alle Superiori e poi collega di Facoltà, ad essere contraenti per le 

operazioni de qua. Il tasso di Impiego lo si stabiliva, con le condizioni di 

Mercato in atto al momento, tra Operatore bancario, che aveva margine di 

operatività con range deciso in Tesoreria, e Azienda prenditrice.

 

   Parliamo la stessa lingua con l'amico citato solo che, nel frangente 

politico che ci vede immaginare un futuro per il nostro Paese, egli si affida 

alla sola logica dei numeri (voti) considerando le promesse elettorali, per 

Impieghi e Coperture, ed io spazio altrove ed oltre, in considerazione del 

fatto che per la Politica, arte della mediazione, è necessario – oggi più che 

mai, con il quadro delineato dalle/nelle urne - si abbia un solo 

Comandante,e relativa squadra di comando – quadrato Ufficiali coeso 

seppur con differenti specificità/responsabilità -, sulla “nave” Italia, al quale 

riconoscere meriti e/o demeriti. Chiunque esso sia!


    Finora tutti colpevoli, ergo, per via degli inciuci, … alcun colpevole!

 

   Lo Staff del quale facevo parte, in Organigramma, quale 

Funzionario e Procuratore con firma, aveva piena operatività e, tramite i 

tassi delle singole operazioni, verificava utili o remissioni direttamente sul 

Conto Economico dell'Istituto. Il mio record è stato di 800 miliardi 

acquistati in un solo giorno con singola operazione, in altra data, per 300 

mld su circa 3/4 mila mld quotidiani movimentati in totale.

  

  Tremavano le vene ai polsi, certo che sì; l'adrenalina era tanta, ma la 

soddisfazione altrettanta! Gli Operatori – colleghi di altre Banche - sul 

Mercato mi definirono “Implacabile” poiché misi a frutto la mia origine 

atavica levantina nelle trattative e … vae victis.         

  

  Il Repertorio del Mercato Monetario Obbligazionario e Azionario della 

SIGE s.p.a.- di quegli anni - mi è testimone:








Risultato immagine per salumiere

Negozio dal latino negotium; scomposto nec otium (non ozio!).




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 12/3/2018 alle 4:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


9 marzo 2018

Troppi galli nel pollaio!

Proverbio illuminante






                             Il commento sul post che precede l'attuale, del mio amico Enzo, con il quale ci troviamo spesso in disaccordo, mi trova invece, questa volta, e non stranamente, in piena sintonia con la prima parte della sua affermazione e cioè nel tratto che indica il suo pensiero:  " ... Il governo deve essere fatto dai vincitori ..."; mentre dissento totalmente dal seguito: " ...   e gli italiani hanno indicato chi sono, ossia Di Maio e Salvini. ...".

                                     La Lega non ha vinto, singolarmente presa nelle percentuali di voto, il partito de quo si è associato con altre forze politiche in virtù di una scellerata Legge Elettorale, confezionata ad usum delphini da quei furbacchioni del "giglio magico" per sopravvivere, stante il vento contrario che spirava da tempo - anche - per le scelte di politica economica, sociale, ecc... messe in atto con certa spudoratezza; cito a mo' di esempio solo il Jobs Act!

                                        E' altro il vincitore, per numero di consensi elettorali e spetterebbe ad esso governare. Ma, la Legge Elettorale (truffa!) non lo consente per i numeri ed allora no a tanti galli nel pollaio poiché la vulgata popolare insegna, con saggezza atavica, che: " Quando ci sono troppi galli, a cantare nel pollaio, non si fa mai giorno." .

                                       Discendente di un trisavolo Comandante (civile) di bastimenti nonché io stesso Sottufficiale di Leva nella Marina Militare, ho nel sangue e, quindi, nella testa, la ferma convinzione che la nave può navigare solo sotto gli ordini di un Capo, e non tanti "galletti" - con l'eccezione di errori che la portino sugli scogli (Isola del Giglio; strana assonanza con quanto indicato sopra circa il "cerchio" che ha attanagliato l'Italia di recente e l'ha portata alla deriva -.

                                        La "navigazione" non sarebbe lineare. 

                                   E' vero ci possono essere punti di convergenza su alcuni temi, ma la Flax Tax, per esempio, esclude accordi con la Lega; non solo per questo. 

                             Riguardo al PD riporto quanto, con la solita lucidità politica ci dice oggi, su Il Fatto Quotidiano, A. Scanzi: " ... Ammesso che M5S & Pd siano la coppia ideale per il paese, e la cosa è tutta da dimostrare anche considerando la congiuntura economica più favorevole di quella del 2013, Di Maio & soci hanno tutto da perdere legandosi al Pd. La tattica di Renzi è chiara: indurli a schiantarsi dopo il mandato esplorativo, come Bersani nel 2013. E poi dire: “Visto? Non sanno governare”. Una tattica stupida, infatti è di Renzi. Se i 5 Stelle non hanno i numeri è per via di una legge elettorale criminale, voluta dal Pd proprio per creare lo stallo attuale. Non è certo colpa loro. Qualcuno, però, ci crederebbe. Renzi ormai è più bollito di Berlusconi, e anche in questo gli somiglia in peggio, ma essendo unicamente interessato al suo potere e non al paese non gliene frega niente dello scenario migliore: lui, quando perde, porta via il pallone. Muoia Sansone con tutti i filistei, e buon Giglio Fradicio a tutti. Già solo questo arrocco di Renzi rende il governo M5S-Pd pressoché impossibile. Molti analisti dicono che tra due mesi lo scenario muterà grazie a Super Mattarella: è possibile, ma i parlamentari resteranno sempre quelli. Un Emiliano non fa primavera. Nel Pd sono quasi tutti renziani e a Di Maio mancano troppi parlamentari. Avrebbe bisogno di tutto il Pd o quasi: ve lo immaginate Andrea Romano, o la Boschi, oppure Orfini, che appoggiano i grillini? Dai, su. ...".

                                           Conclusione. O si trova appoggio esterno di forze politiche che danno la loro non sfiducia distruttiva alla compagine - singola, senza maghegi di comodo ad usum elezioni - che ha totalizzato il maggior numero di consensi - e la Prima Repubblica in tal senso ne ha inventate tante - o si torni al dopo che il Parlamento, con la moral suasion del Capo dello Stato, attivi una Legge Elettorale maggioritaria - con ballottaggio al secondo turno in assenza di un certo consenso? -, senza coalizioni o simili artifici e chi ha preso un solo voto in più governi, sotto il giudizio degli elettori per le successive tornate in cabina elettorale. 

                                             Con buona pace degli inciuci e di nazareni vari oltre che della "rabbia" di voto per coloro i quali hanno votato forze politiche che finora non hanno fornito ottima prova di buon Governo nell'interesse della collettività - ed oggi si sentono tutti Sansone - e non dei - soli - Poteri Forti con un occhio di riguardo, interesse ai fatti propri, di amici e di amici di amici!

  • Risultato immagine per gallo
                                        
da PensieriParole <https://www.pensieriparole.it/proverbi/italia/proverbio-41977>
P.S.:
A scanso equivoci, per coloro i quali non mi conoscono, quindi Enzo escluso, faccio presente che ho sempre - e non solo per credo atavico - votato a Sinistra; finché questo ideale era ben tracciato e non è stato tradito da chi si è buttato a Destra (Totò docet!), con il classico salto della quaglia.
                                      

                                  




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 9/3/2018 alle 6:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa


7 marzo 2018

Lettera aperta al Card. Parolin

Migranti o clandestini?



Egr. Segretario di Stato Vaticano,


anni luce, politici, mi distanziano dalla Lega, seppur il Leader della 

compagine ora citata sia stato eletto - per sua scelta, dopo il responso 

delle urne - nella "mia" terra d'origine(Calabria), notoriamente gente di 

emigranti.


Sono un migrante interno al nostro Stivale, pardon il "mio"poiché Lei fa 

parte di altro Stato, ed oggi soggiorno da quasi mezzo secolo a quasi 

contatto con le mura michelangiolesche; comprenderà perciò quanta 

solidarietà ed umana comprensione possa io nutrire nei confronti di coloro  

i quali lasciano il suolo natìo per cercare fortuna altrove.


Però, c'è un però, per nulla affatto trascurabile, poiché il vero migrante 

arriva su suolo straniero e cerca di trovare miglior vita, ma senza pesare 

sulla collettività che lo accoglie. Bussa con educazione e discrezione, 

attende che si pronunci, dall'altra parte della porta/confine territoriale, il 

fatidico avanti e, con i documenti in regola, cerca integrazione occupando 

spazi, fisici, lavorativi, ecc..., lasciati liberi dagli indigeni che lo accolgono.


Altra cosa è il clandestino, cioè di colui il quale entra di prepotenza,senza 

rispettare le leggi, durante e dopo il trasferimento in terra altrui, e pretende 

il mantenimento a spese della collettività la quale non riesce a soddisfare 

neanche i bisogni dei propri figli.


Perché, con l'influenza che può esercitare il "Suo" Stato non rivolge le Sue 

considerazioni (leggi sotto, da Il Messaggero del 7 c.m.) alle Nazioni 

belligeranti, anche in suolo d'Africa, a quelle che mantengono despoti al 

comando ed alle altre che depredano i suoli di terzi; territori dai quali 

fuggono i colà residenti che arrivano sulle nostre coste con le vesti di 

clandestino?


Mi troverei d'accordo anche con Lei così come, nello specifico mi trovo in 

sintonia con la Lega, pur non avendo espresso il mio consenso elettorale 

al Partito de quo, con il quale non sono in antitesi anche contro questa 

Europa dei Poteri Forti che ha distrutto il Mondo del Lavoro.


Saluti.



"

IL VATICANO Il cardinale Parolin


alla Lega: noi insisteremo


a predicare a favore dei migra
nti

diFranca Giansoldati

"


  • Risultato immagine per clandestini




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 7/3/2018 alle 8:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


5 marzo 2018

5 marzo 2018

Ei fu!





                         Mi perdoni l'Alessandro nazionale (Manzoni, n.d.r.) per la ruberìa messa in atto - nel titolare il post de quo - per dipingere quel che resta del PD, un Partito nato mischiando tanti ingredienti politici e poi infine affidato alle "cure" di un ducetto.

                                Costui ha proposto un capolavoro politico a vantaggio degli avversari, con la Legge Elettorale; praticamente un suicidio assistito!

                             Quel che preoccupa oggi è la mancanza di certezze per un "quadro" politico di maggioranza coesa che possa far dormire sonni piuttosto tranquilli al Presidente  della Repubblica ed ai cittadini che meritano sia rispettato il loro voto, con le proporzioni scaturite dalle urne ancora, invero, sotto spoglio.

                                Andiamo a vedere ora i sonni di tre esponenti che si distinguono, nel bene e nel male, sul suolo italico: 

da Il Fatto Quotidiano
"

E dopo una concitata giornata




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 5/3/2018 alle 7:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


2 marzo 2018

Schiavitù clericale

Figlie di un Dio minore





                       Leggo, dalle pagine del Messaggero on line, grido di denuncia dell'Osservatore Romano - udite, udite! - per le suore che sono trattate come schiave da Cardinali e Prelati di alto rango (altro che tutti fratelli!) ove prestano la loro opera domestica - a gratis? - in nome della Fede cristiana.

                              Non mi meraviglio poiché sono consapevole che i pulpiti sacri abbondano di buone parole e propositi, ma sono carenti di comportamenti/atti/fatti in linea con la vita del "povero" Cristo del quale si auto-definiscono portavoce e tramite per il regno dei Cieli (?).

da Il Messaggero:

"


Città del Vaticano - L’Osservatore Romano scoperchia la realtà nascosta di tante suore che lavorano come sguattere nelle case di preti, vescovi e cardinali. Tante disparità, troppe disuguaglianze anche nel mondo della Chiesa. In una inchiesta in cui sono stati prudentemente omessi i nomi delle protagoniste, il giornale della Santa Sede ha dato conto di situazioni di disagio in cui tante religiose – spesso laureate e con anni di teologia alle spalle – sono costrette sopportare tanto in Vaticano come altrove.  Lavoro domestico poco riconosciuto. «Alcune di loro, impiegate al servizio di uomini di Chiesa, si alzano all’alba per preparare la colazione e vanno a dormire una volta che la cena è stata servita, la casa riordinata, la biancheria lavata e stirata. In questo tipo di “servizio” le suore non hanno un orario preciso e regolamentato, come i laici, e la loro retribuzione è aleatoria, spesso molto modesta».

Ma a rattristare, racconta l’Osservatore, è osservare che le suore-colf a volte nemmeno sono invitate a sedere alla tavola che servono. Una suora dietro anonimato si chiede: «Un ecclesiastico pensa di farsi servire un pasto dalla sua suora e poi di lasciarla mangiare sola in cucina una volta che è stato servito? È normale per un consacrato essere servito in questo modo da un’altra consacrata? E sapendo che le persone consacrate destinate ai lavori domestici sono quasi sempre donne, religiose? La nostra consacrazione non è uguale alla loro?».

Anche se alcune di loro provano una certa ribellione interiore, le suore colf, un esercito piuttosto numeroso, hanno paura di parlare perché dietro a tutto ci possono essere storie molto complesse. Nel caso di suore straniere venute dall’Africa, dall’Asia e dall’America latina, spesso, ha spiegato l’Osservatore Romano, ci sono cure mediche o studi pagati a componenti della famiglia della suora. «Alcune dicono di essere felici, non vedono il problema, ma provano comunque una forte tensione interiore. Simili meccanismi non sono sani e certe suore arrivano, in alcuni casi, ad assumere ansiolitici per sopportare questa situazione di frustrazione».
Giovedì 1 Marzo 2018 

"

  • Risultato immagine per schiavitù moderna




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 2/3/2018 alle 6:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo        giugno
 
 




blog letto 764123 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

ale
esperia
fiore
fiordistella
fulmini
garbo
grandmere
il bokkaglio
paoletta
piccoleonde
scalpo
valigetta
Beppe Grillo
Quicalabria


La sua famosa equazione dimostra come L’energia E e la massa m di un corpo non siano indipendenti. Possiamo calcolare l’una a partire dall’altra moltiplicando o dividendo per un fattore c², dove c è la velocità della luce nel vuoto. In altre parole la massa e la luce sono convertibili tra di loro, come gli euro con i dollari, ma al contrario delle monete il tasso di cambio tra energia e massa è fisso.

CERCA