.
Annunci online

eugualemcalquadrato


Diario


9 marzo 2018

Troppi galli nel pollaio!

Proverbio illuminante






                             Il commento sul post che precede l'attuale, del mio amico Enzo, con il quale ci troviamo spesso in disaccordo, mi trova invece, questa volta, e non stranamente, in piena sintonia con la prima parte della sua affermazione e cioè nel tratto che indica il suo pensiero:  " ... Il governo deve essere fatto dai vincitori ..."; mentre dissento totalmente dal seguito: " ...   e gli italiani hanno indicato chi sono, ossia Di Maio e Salvini. ...".

                                     La Lega non ha vinto, singolarmente presa nelle percentuali di voto, il partito de quo si è associato con altre forze politiche in virtù di una scellerata Legge Elettorale, confezionata ad usum delphini da quei furbacchioni del "giglio magico" per sopravvivere, stante il vento contrario che spirava da tempo - anche - per le scelte di politica economica, sociale, ecc... messe in atto con certa spudoratezza; cito a mo' di esempio solo il Jobs Act!

                                        E' altro il vincitore, per numero di consensi elettorali e spetterebbe ad esso governare. Ma, la Legge Elettorale (truffa!) non lo consente per i numeri ed allora no a tanti galli nel pollaio poiché la vulgata popolare insegna, con saggezza atavica, che: " Quando ci sono troppi galli, a cantare nel pollaio, non si fa mai giorno." .

                                       Discendente di un trisavolo Comandante (civile) di bastimenti nonché io stesso Sottufficiale di Leva nella Marina Militare, ho nel sangue e, quindi, nella testa, la ferma convinzione che la nave può navigare solo sotto gli ordini di un Capo, e non tanti "galletti" - con l'eccezione di errori che la portino sugli scogli (Isola del Giglio; strana assonanza con quanto indicato sopra circa il "cerchio" che ha attanagliato l'Italia di recente e l'ha portata alla deriva -.

                                        La "navigazione" non sarebbe lineare. 

                                   E' vero ci possono essere punti di convergenza su alcuni temi, ma la Flax Tax, per esempio, esclude accordi con la Lega; non solo per questo. 

                             Riguardo al PD riporto quanto, con la solita lucidità politica ci dice oggi, su Il Fatto Quotidiano, A. Scanzi: " ... Ammesso che M5S & Pd siano la coppia ideale per il paese, e la cosa è tutta da dimostrare anche considerando la congiuntura economica più favorevole di quella del 2013, Di Maio & soci hanno tutto da perdere legandosi al Pd. La tattica di Renzi è chiara: indurli a schiantarsi dopo il mandato esplorativo, come Bersani nel 2013. E poi dire: “Visto? Non sanno governare”. Una tattica stupida, infatti è di Renzi. Se i 5 Stelle non hanno i numeri è per via di una legge elettorale criminale, voluta dal Pd proprio per creare lo stallo attuale. Non è certo colpa loro. Qualcuno, però, ci crederebbe. Renzi ormai è più bollito di Berlusconi, e anche in questo gli somiglia in peggio, ma essendo unicamente interessato al suo potere e non al paese non gliene frega niente dello scenario migliore: lui, quando perde, porta via il pallone. Muoia Sansone con tutti i filistei, e buon Giglio Fradicio a tutti. Già solo questo arrocco di Renzi rende il governo M5S-Pd pressoché impossibile. Molti analisti dicono che tra due mesi lo scenario muterà grazie a Super Mattarella: è possibile, ma i parlamentari resteranno sempre quelli. Un Emiliano non fa primavera. Nel Pd sono quasi tutti renziani e a Di Maio mancano troppi parlamentari. Avrebbe bisogno di tutto il Pd o quasi: ve lo immaginate Andrea Romano, o la Boschi, oppure Orfini, che appoggiano i grillini? Dai, su. ...".

                                           Conclusione. O si trova appoggio esterno di forze politiche che danno la loro non sfiducia distruttiva alla compagine - singola, senza maghegi di comodo ad usum elezioni - che ha totalizzato il maggior numero di consensi - e la Prima Repubblica in tal senso ne ha inventate tante - o si torni al dopo che il Parlamento, con la moral suasion del Capo dello Stato, attivi una Legge Elettorale maggioritaria - con ballottaggio al secondo turno in assenza di un certo consenso? -, senza coalizioni o simili artifici e chi ha preso un solo voto in più governi, sotto il giudizio degli elettori per le successive tornate in cabina elettorale. 

                                             Con buona pace degli inciuci e di nazareni vari oltre che della "rabbia" di voto per coloro i quali hanno votato forze politiche che finora non hanno fornito ottima prova di buon Governo nell'interesse della collettività - ed oggi si sentono tutti Sansone - e non dei - soli - Poteri Forti con un occhio di riguardo, interesse ai fatti propri, di amici e di amici di amici!

  • Risultato immagine per gallo
                                        
da PensieriParole <https://www.pensieriparole.it/proverbi/italia/proverbio-41977>
P.S.:
A scanso equivoci, per coloro i quali non mi conoscono, quindi Enzo escluso, faccio presente che ho sempre - e non solo per credo atavico - votato a Sinistra; finché questo ideale era ben tracciato e non è stato tradito da chi si è buttato a Destra (Totò docet!), con il classico salto della quaglia.
                                      

                                  




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 9/3/2018 alle 6:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        maggio
 
 




blog letto 791054 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

ale
esperia
fiore
fiordistella
fulmini
garbo
grandmere
il bokkaglio
paoletta
piccoleonde
scalpo
valigetta
Beppe Grillo
Quicalabria


La sua famosa equazione dimostra come L’energia E e la massa m di un corpo non siano indipendenti. Possiamo calcolare l’una a partire dall’altra moltiplicando o dividendo per un fattore c², dove c è la velocità della luce nel vuoto. In altre parole la massa e la luce sono convertibili tra di loro, come gli euro con i dollari, ma al contrario delle monete il tasso di cambio tra energia e massa è fisso.

CERCA