Blog: http://eugualemcalquadrato.ilcannocchiale.it

Pubblicità

Nettare degli dei

 

         Ho degustato un vino eccellente, "Terre di Baglìa", prodotto dalla

Soc. Agr. Cataldo Antonio s.r.l.

C.da Salvi - 89040 Siderno Sup.re (RC)

tel. 0964/385001 - cell.339/5240454

 

inviatomi da una amica, eclettica, che si prende cura anche dell'Azienda della famiglia paterna, tra le tante attività alle quali presta la sua professionalità, che spazia a tutto tondo; non ultimo la cattedra di Insegnamento.

     In passato avevo apprezzato il loro olio d'oliva ed altri prodotti, ed appreso,  con soddisfazione, di un primo Premio Nazionale ( anno 2018) che ha posto in cima alle qualità italiane le loro olive schiacciate ("alivi rutti e conzati") e confezionate in busta, qualità Carolea, tra i prodotti d'eccellenza del nostro Paese. Accompagnano, oltre le carni per quanto ovvio, benissimo il vino de quo.

       Ossigenato e libato a dosi rapportate al grado alcoolico (14,5°), è un nettare, imbottigliato da quest'anno ed ha già riscosso unanimi consensi ed apprezzamenti durante le presentazioni in manifestazioni ad hoc; credetemi sulla parola. Me ne intendo per tradizione di famiglia. Mio padre produceva, metà del secolo scorso, un ottimo vino sulle terre, argillose, un po' più a valle dei poderi dopo si produce il "Terre di Baglìa", vincendo un terzo Premio Nazionale con il vitigno selezionato di Barbera - in primis -, Nocera e Lambrusco.

      Perché la pubblicità (A bocca chiusa, mosca non entra!) in questo post? Ritengo che i lettori del Blog, visitatori graditissimi,  debbano avere  la possibilità di acquistare - spedizione al domicilio con costo del prodotto più che valido - e degustare ottimi prodotti considerando - anche - che ... il poema dell'astemio non ha mai raggiunto l'immortalità.



 

Pubblicato il 10/1/2020 alle 4.30 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web